Alessia Foglia
Image default
Gentleman

Sandra Della Savia: l’eccellenza del “su misura” maschile

Sandra Della Savia: l’eccellenza del “su misura” maschile. “Sai, Alberto, la signora Sandra è una sarta!”. Così mi racconta col suo inconfondibile accento transalpino Maurice, organizzatore dell’evento “L’abito non fa il monaco”, dedicato alla sartoria per uomo della S.D.S. Group e alla sua titolare, la stilista Sandra Della Savia.

Resto per un attimo pensieroso, poi mi accorgo che in una frase così banale ed innocente si nasconde una sacrosanta verità: le sarte, quelle vere, non esistono più!

Sandra Della Savia: l’eccellenza del “su misura” maschile

Protagonista della serata è l’alta sartoria per gentleman eleganti e tutto quanto gravita intorno al concetto del “su misura”. La S.D.S. Group confeziona da trent’anni camicie e abiti sartoriali su misura ed ogni singolo capo è realizzato all’interno dell’azienda stessa con una vendita diretta da produttore a consumatore.

Mi aggiro tra i tagli e i tessuti impilati sugli scaffali delle bellissime stanze dell’atelier Cusani9 e al tatto avverto subito la qualità dei materiali proposti. Maurice mi presenta la titolare e stilista dell’azienda, la signora Sandra Della Savia: padovana di origine, come tutti i veneti che conosco mi trasmette subito un senso di grande spontaneità ed allegria e capisco che quello che sta andando in scena non è altro che un consistente pezzo di storia della sua vita.

La signora Sandra fa la spola tra Milano e Padova per soddisfare le esigenze della sua clientela (tra cui anche Vittorio Sgarbi): due settimane per la confezione delle camicie su misura e tre settimane per l’abito su misura in un giusto compromesso tra qualità e prezzo.

Mi convinco sempre più di come la costruzione di un capo sartoriale sia in realtà una piccola opera d’arte: ogni camicia è realizzata da Sandra Della Savia con un metodo ancora di vecchio stampo e legato all’antica tradizione artigiana. Pezzi unici, dove la cura del singolo dettaglio è elemento fondamentale. Le misure sono ancora prese a pelle, tenendo conto delle diverse posture corporali, per vestire il cliente in linea con le sue aspettative.

Do un ultimo saluto alla signora prima di andare via, ma dentro di me so già che mi rivedrà presto.

IMG_7115 IMG_7113 IMG_6915 IMG_6912 IMG_6910 IMG_6908 IMG_6906 IMG_6905 IMG_6904 IMG_6903

Alberto

Related posts

2 comments

iolanda 22/07/2016 at 08:47

Sembrava di essere li con voi durante la lettura dell’articolo!
Dovrei portarci il mio fidanzato, sono sicura che ne rimarrebeb estasiato.
Buona giornata,
iolanda

Reply
Alessia Foglia 22/07/2016 at 19:18

Che bel complimento Iolanda, Grazie mille! Devi assolutamente portarlo: rimarrà estasiato!

Reply

Leave a Comment