Alessia Foglia
Image default
In viaggio

Racconti in valigia: Travel and fashion, cosa li accomuna

Oggi Rolling Pandas ha il piacere di intervistare Alessia, esperta di moda ed autrice del sito Alessia Foglia , nel quale racconta ai suoi lettori delle sue esperienze, dei suoi outfit e da preziosi consigli per essere sempre alla moda. Ecco per voi la sua intervista

Ci racconti un pò di lei e del suo lavoro

La mia è la storia di chi ha fatto della sua passione una professione.

Mia nonna era sarta e io sono cresciuta tra cartamodelli e vecchie macchine da cucire e così è nata la mia passione per la moda.

Il mio primo lavoro è stato presso una prestigiosa casa di moda francese e poi per anni mi sono occupata di immagine e comunicazione in tutt’altro ambito fino a quando ho deciso di riprendere in mano la mia passione a modo mio.

Ho fatto un corso di personal shopper, ho aperto un blog e pian piano le cose hanno iniziato a prendere forma sotto ai miei occhi.

Quanto crede che la cura dell’abbigliamento e del make up possa incidere nelle relazioni interpersonali e lavorative? Crede che possa inoltre aumentare la sicurezza di una persona?

Non so se vi siete mai soffermati a pensarci, ma ogni mattina aprendo l’armadio e decidendo cosa indossare facciamo una scelta ben precisa: decidiamo come presentarci al mondo. É quello che io chiamo “il linguaggio silenzioso dell’immagine”: abbigliamento ma anche make-up, gesti e postura comunicano al posto nostro e lasciano in chi ci incontra un segno indelebile di noi.

Anche se c’è chi considera tutto questo estremamente superficiale, Abiti, colori e forme hanno codici ben precisi ed esserne consapevoli ci fornisce un vantaggio competitivo importante in tutte le relazioni personali e professionali.

Quali sono i capi che non possono mancare nel nostro guardaroba il prossimo autunno inverno?

La prossima stagione vedrà protagoniste due tendenze molto forti: la pelle e il british style.

Al rientro dalle vacanze suggerisco quindi di fare incetta di capi tartan, check e pied de poule e di almeno una gonna o un pantalone in similpelle. Per quanto riguarda i capispalla tenete d’occhio i piumini over mentre a livello di accessori il focus va tutto sulle microbag e sul grande ritorno degli anfibi.

Un capo che, invece non manca mai nella sua valigia, a prescindere dalla destinazione.

Sembrerà banale ma sicuramente un foulard: solitamente quando si viaggia si affrontano infatti molti sbalzi di temperatura e ci di trova ambienti con l’aria condizionata. Avere con me un foulard mi ha salvata più volte da un raffreddamento (e dal rischio di rovinarmi la vacanza!)

Ed un’ultima domanda personale, ha un viaggio nel cassetto?

Sembrerà banale ma sicuramente un foulard: solitamente quando si viaggia si affrontano infatti molti sbalzi di temperatura e ci di trova ambienti con l’aria condizionata. Avere con me un foulard mi ha salvata più volte da un raffreddamento (e dal rischio di rovinarmi la vacanza!)

Leggete l’intervista QUI 

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.