Alessia Foglia
Image default
In viaggio

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza

Se vi dico Lombardia cosa vi viene in mente? Sicuramente le grandi città e i poli industriali, ma sfido chiunque a pensare alla Lombardia come ad una regione che offre spunti turistici e zone verdi in cui passare piacevoli week-end o intere vacanze.

Abito da sempre in questa regione ma devo ammettere che ho scoperto di non conoscerla per niente. Se mi avete seguita sui social sapete che sono fresca da un tour proprio in Lombardia e precisamente nell’Alta Brianza: un’esperienza che ha colpito me quanto voi.

In tantissimi infatti mi avete scritto stupiti dalla bellezza delle zone che ho visitato quanto delle opportunità che offrono in termini di accoglienza, attrazioni paesaggistiche e opportunità di svago.

Da sempre l’Alta Brianza è punto di riferimento per la fuga dalla città dei Milanesi: terra di laghi navigabili e ampi spazi verdi ma anche di lunghe piste ciclabili e imponenti Ville che raccontano di un fastoso passato.

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza

Sono bastati due giorni per esserne rapita e uscirne rigenerata. Volete metterla alla prova? Ecco la mia guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza.

Partite da Inverigo, antico borgo che sorge sul fiume Lambro e che, grazie alla bellezza del suo paesaggio, ha sempre avuto grande ascendenza su scrittori e poeti.

In epoca Romana da qui passavano la via Regina che collegava il porto fluviale di Cremona a Chiavenna passando da Milano, mentre negli anni cinquanta era meta delle gite domenicali dei milanesi che qui arrivavano in bicicletta.

Uno snodo strategico dove sorge il Santuario di Santa Maria alla Noce e la relativa piazza che ospitò il mercato dei bozzoli, uno dei più importanti mercati della Brianza per il commercio della seta.

L’armoniosa corte rettangolare vale sicuramente una visita: resterete affascinati dal portone del Santuario che vi colpirà per il lavoro di intaglio e dalla vecchia torre squadrata e massiccia in cotto che oggi gli fa da campanile.

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 1

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza

Guida di viaggio: tra le ville più belle dell’Alta Brianza

Vi sarà impossibile non notare La Rotonda, una villa neoclassica che sorge sulla sommità della collina di Inverigo e che viene considerata una delle meraviglie della Brianza.

Immersa in un immenso parco, la potete raggiungere attraverso il viale dei cipressi che, con i suoi due chilometri, è considerato il più lungo d’Europa.

Da qui spostatevi verso Villa Crivelli, residenza di una delle famiglie più antiche del patriziato Milanese e centro del potere poliziesco e militare della regione.

Il complesso rappresenta perfettamente la sua evoluzione avvenuto nel corso di quasi dieci secoli da castrum medievale a dimora di famiglia aristocratica rurale e infine a villa di soggiorno con un esteso giardino dal quale si domina tutta la piana della valle del Lambro.

Altra tenuta che vale una visita è Villa Sormani nel comune di Lurago: l’attuale fisionomia in stile neoclassico è il risultato di una lenta e continua evoluzione.

Ma a colpire è soprattutto il parco all’Italiana che si trova sul retro della villa e che ospita varie e pregevoli specie botaniche come cedri, faggi, sequoie giganti, tigli, palme oltre all’impareggiabile vista sulla piana e i monti circostanti.

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 3

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 4

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 5

Guida di viaggio: in Alta Brianza tra cultura e natura 

È arrivato il momento di una pausa relax e quindi vi suggerisco di spostarvi verso Merone per visitare l’oasi naturalistica di Baggero che sorge dove una volta si trovava La Holcim, multinazionale del cemento che per decenni ha caratterizzato l’economia del luogo.

Da quando negli anni ‘70 l’attività estrattiva si è fermata, la zona è stata riconvertita a polmone verde in cui è piacevole passeggiare lungo i sentieri pedonali che permettono di percorrere un itinerario ad anello attorno ai laghetti e di collegarsi ai percorsi ciclopedonali presenti. A disposizione un’area giochi per bambini ed un’Oasi Stellare per le osservazioni astronomiche.

Il parcheggio dell’oasi di Baggero è anche uno dei punti per accedere alla ciclovia che permette di percorrere la via delle ville e dei paesaggi storici attraversando zone di grande interesse storico e paesaggistico, aree naturalistiche e ambiti monumentali. Trovate le info QUI.

Se vi è venuta una fame l’indirizzo da salvare è il Buena Vista Social Golf ad Anzano del Parco. Questo Agriturismo, che si trova nella fattoria dove dall’idea di Marco Roveda nacque la Fattoria Scaldasole, è posto in cima alla collina che sovrasta la valle del Parco del Lambro e propone piatti di alta cucina realizzati prevalentemente con i prodotti biologici della fattoria.

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 7

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 8

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 10

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 9

Guida di viaggio: Alta Brianza, terra di laghi e paesini da scoprire 

Risolto il capitolo pranzo, che ne dite di passare il pomeriggio sul lago? Se l’idea vi stuzzica, portatevi verso Bosisio Parini: al molo troverete dei battelli elettrici (il lago rientra tra le zone protette del Parco Valle Lambro e sono assolutamente vietate le imbarcazioni a motore) che vi consentiranno di fare un piacevolissimo giro del lago di Pusiano.

Toccherete i paesi che vi si affacciano come Pusiano, Eupilio, Longone e Ponte Lambro circumnavigando l’isola dei Cipressi: un’oasi naturalistica di proprietà privata che ospita diverse specie alloctone. Le corse si effettuano la domenica pomeriggio e hanno una durata di un’ora e quindici minuti circa. QUI il link della Pro Loco per tutte le informazioni.

Se siete riusciti a completare l’itinerario vi meritate un tuffo in piscina e una pausa relax all’ hotel Il Corazziere sull’Isola di Baggero: un Rural Resort immerso nel Parco Valle Lambro pensato per rispettare il territorio e il suo ecosistema.

Le sue caratteristiche? L’altissima attenzione al cliente, gli spazi curati e moderni ma soprattutto l’approccio a basso impatto ambientale grazie all’utilizzo di pannelli solari che, con l’attività del vecchio mulino attiguo (che dovete assolutamente visitare!), sono in grado di fornire il 50% dell’energia richiesta dall’attività sfruttando forze della natura come sole, acqua e vento.

Ma la conoscenza di un territorio passa anche attraverso la sua cultura culinaria: per questo vi suggerisco una cena vista lago a base di specialità della zona allo storico Ristorante Negri: fidatevi dei consigli del proprietario Giacomo Negri ma non perdetevi assolutamente il risotto col pesce persico!

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 11

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 12

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 13

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 14

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 16

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 17

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 18

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 19

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 21

Guida di viaggio: in Alta Brianza la natura è protagonista 

La mattina ha l’oro in bocca e le cose da fare sono ancora tante! Per prima cosa caricate le energie con la meravigliosa colazione del Corazziere e partite in direzione Anzano del Parco per visitare Villa Carcano, eretta nel 1810 su progetto di Leopoldo Pollack in uno stile neoclassico.

Vi troverete davanti ad un’antica e affascinante dimora (oggi casa privata) circondata da un parco paesaggistico e botanico molto conosciuto perché contiene pregiati esemplari arborei, grandi palme, lauri e diverse specie rare.

Passeggiare e perdersi tra i sentieri è un vero lusso per lo spirito. La villa non è aperta al pubblico ma potete prenotare una visita, tutte le info QUI.

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 22

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 23

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 24

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 25

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 26

Se amate la natura apprezzerete particolarmente la prossima destinazione: il sentiero naturalistico nel bosco della Buerga: si tratta di una mulattiera composta da tre rami che permette di raggiungere il Casin del Lago con brevi e facile camminate della durata di poche decine di minuti.

All’inizio di ognuno dei tre rami, dei pannelli didattici illustrano le caratteristiche del lago presentandone brevemente le origini e gli aspetti ambientali e naturalistici che lo caratterizzano.

Il mio suggerimento è di prendere il ramo che parte dal cimitero di Alserio sul quale troverete cartelli che illustrano le caratteristiche delle varie essenze arboree ed arbustive che costituiscono il bosco della Buerga.

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 27

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 28

La camminata vi avrà messo fame e il mio suggerimento è quello di spostarvi verso Erba per pranzare al Ristorante con vista Al Glicine. Il giardino esterno coperto da un bellissimo e profumato glicine sarà l’oasi perfetta per ristorarvi con piatti semplici e ben eseguiti dal figlio del proprietario Franco Aquaro, giovane chef capace e di cuore.

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 29

 

Prima di riprendere la strada di casa vi consiglio di fermarvi ad Erba e dedicare qualche ora alla visita della chiesa di Sant’Eufemia e del nucleo storico per poi spostarvi verso la vostra ultima tappa: Longone al Segrino con visita del lago meno inquinato d’Europa. La sua caratteristica? Il colore scurissimo per via della vegetazione che vi si specchia.

Guida di viaggio per un week end alla scoperta dell’Alta Brianza 32

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.